Sovana, piccolo borgo medioevale a circa 10 km da Pitigliano, rappresenta una tappa obbligatoria per chi visita la Maremma Collinare.

Le tombe, risalenti al VII sec. a.C. testimoniano la presenza di gruppi di pastori ed agricoltori, probabilmente tra i primi ad abitare questi luoghi.

Tombe monumentali di alcuni secoli più avanti costituiscono una importante Necropoli etrusca nei dintorni del borgo.

Il borgo è disposto lungo una via delimitata a una estremità dai ruderi della rocca e, dall’altra, dalla dalla Cattedrale.

Il cuore del borgo è rappresentato dalla Piazza del Pretorio, sulla quale si affacciano gli edifici più importanti: il Palazzo dell’Archivio, la loggetta del Capitano, il Palazzo Burbon e la Chiesa di Santa Maria.

La Chiesa di Santa Maria rappresenta un piccolo gioiellino, tanto piccola quanto unica nella sua bellezza. Risalente probabilmente al XII-XIII secolo, la Chiesa è al suo interno divisa in tre navate, di architettura prevalentemente romanica, conserva anche diversi elementi gotici.

In fondo al borgo, si erige possente la Cattedrale dei SS. Pietro e Paolo che rappresenta il monumento più importante di Sovana e alla quale si accede per un viale costeggiato da cipressi.

Fu costruita su una chiesa già esistente, della quale ancora rimangono i marmi del portale e l’antica Cripta.

L’attuale Duomo, per la sua architettura e per le sue decorazioni, sembrerebbe risalire al’XI-XII secolo.